SI GIRA PAESE MIO

Una giovane band gira l’Emilia-Romagna sulle tracce di cantanti famosi, per cercare d’incontrarli o almeno di incontrare chi li ha visti crescere: è la trama di Paese mio, il nuovo progetto cinematografico di Riccardo Marchesini.

Un film la cui lavorazione entra nel vivo dopo la scelta del gruppo musicale fatta dal regista bolognese, al termine di una lunga selezione: protagonista sarà infatti una vera band, i Palco Numero Cinque, formazione della Bassa bolognese che si sposterà realmente per la regione, da Cavriago a Goro, da Correggio a Solarolo, da Novellara a Zocca passando per Sassuolo – solo per citare alcune località che hanno dato i natali a grandi nomi della musica italiana e internazionale – per incontrare amici e parenti delle star, quando non loro stesse.

« La voglia della band di conoscere e studiare la carriera di alcuni big nostrani – ha spiegato Marchesini – è il pretesto narrativo per raccontare questa cosa straordinaria che è la ricchezza e la varietà di cantanti emiliano-romagnoli. » Ossia Nomadi, Ligabue, Zucchero, Orietta Berti, Milva, Caterina Caselli, Nek, Laura Pausini, Vasco Rossi e altri.

Il titolo cita l’inizio d’un successo di Sanremo (Che sarà, interpretato nel ’71 da Ricchi e poveri e Feliciano) e si riferisce proprio ai luoghi di provincia dai quali provengono tanti artisti: « Posti che molti di loro hanno cantato ma che, al contrario di quanto accade nel brano, non hanno abbandonato. Il film nasce con l’intento di raccontare questi grandi protagonisti attraverso la loro terra, valorizzando in tal modo anche il nostro territorio. »

Paese mio, sottotitolo “Storie di piccoli centri e grandi cantanti dell’Emilia-Romagna”, è prodotto da Giostra film con i contributi della Regione Emilia-Romagna e di Eighteen Sound, azienda reggiana fra le prime al mondo per gli altoparlanti, e il concorso di vari soggetti pubblici e privati: Cineteca di Bologna; Comuni di Bologna, Cavriago, Correggio, Goro e Novellara; Province di Bologna, Ferrara, Ravenna e Reggio Emilia; Flashgiovani, “Mei – Meeting degli Indipendenti”, Estragon e Radio Bruno.

La durata prevista è di 55 minuti (colori, formato HD – 16:9): Marchesini, autore di soggetto e sceneggiatura, firma anche la regia e il montaggio; la direzione musicale del progetto è affidata a Diego Schiavo.

Il film sarà ultimato entro luglio e presentato in autunno: parteciperà a festival, concorsi e rassegne di documentari, sarà proposto da emittenti tv e presso comunità di italiani all’estero, quindi distribuito in dvd nelle librerie e in abbinamenti editoriali.

Nella foto i Palco Numero Cinque, protagonisti del documentario.