Paese mio al Mei

La proiezione in anteprima del trailer del nostro prossimo documentario Paese mio sarà fra i tanti appuntamenti della XX edizione del MEI il meeting degli indipendenti, che si svolgerà a Faenza il 26, 27 e 28 settembre 2014.

Il nuovo film del regista bolognese Riccardo Marchesini, prodotto da Giostra film, è dedicato ai luoghi d’origine dei cantanti emiliano-romagnoli, visitati da una vera band: un road-movie a tempo di musica sulle tracce di Ligabue, Zucchero, i Nomadi, Vasco e tanti altri.

Il documentario è stato realizzato con il sostegno della Regione, con il supporto di Eighteen Sound, il patrocinio della Cineteca di Bologna e di vari enti locali, e la collaborazione dello stesso MEI: gli interpreti sono i Palco Numero Cinque, gruppo emergente che si esibirà lo stesso giorno al meeting degli indipendenti, in quanto primi classificati del concorso musicale Cindierella 3.14.

Nel documentario i cinque giovani componenti, viaggiano di provincia in provincia nei luoghi natali dei più noti cantanti emiliano-romagnoli: ne suonano i successi, cercano di incontrarli e raccolgono testimonianze di amici, parenti e conoscenti dei divi.

Attraverso il percorso di artisti appartenenti a generi e generazioni diverse, che hanno fatto la storia della canzone italiana, Paese mio offre così uno spaccato sulla creatività musicale nostrana, sulle suggestioni offerte dal territorio e sulle difficoltà incontrate dai giovani musicisti (quelli di ieri e quelli di oggi) nel proporsi e nell’affermarsi.

L’appuntamento con i primi 180 secondi del film racchiusi nel trailer di Paese mio è dunque al M.E.I. sabato 27 settembre, alle ore 18, in Galleria della Molinella (Faenza).

Ad introdurlo la giornalista Paola Gabrielli, il regista Riccardo Marchesini e i compienti della band dei Palco Numero Cinque.

L’uscita del film è prevista per Novembre, con l’anteprima a Bologna e presentazioni in varie città dell’Emilia-Romagna.
Il trailer sarà on line a partire dal mese di Ottobre 2014.

Visita il sito del MEI – Il meeting degli indipendenti