In Russia su Tv2000

Arriva su Tv2000 la nuova serie firmata da Pupi Avati de “I militi ignoti della fede”, 14 documentari per la televisione della durata di un’ora realizzati in parte da Giostra film per la casa di produzione DueA.

Da Giovedì 8 Ottobre, in seconda serata, il canale 28 del digitale terrestre trasmetterà un lungo reportage a puntate realizzato nei paesi dell’Europa orientale, che sono stati scenario di persecuzioni fino alla caduta del muro di Berlino, nel novembre 1989.
I documentari, tramite interviste e resoconti storici, ricostruiscono le avversità e le persecuzioni subite nei paesi dell’Est Europeo durante il regime sovietico.

Giostra film ha realizzato per la serie 4 documentari interamente girati in Russia nell’estate del 2014.
Ed è proprio uno dei nostri documentari, “Ritorno alle Solovki, le isole del martirio” ad aprire questa nuova edizione del programma con un reportage, diretto dal regista Riccardo Marchesini nelle Isole Solovki, un bellissimo arcipelago del Mar Bianco, a 160 km dal Circolo polare artico.
In queste isole fu costituito il primo lager sovietico, scuola di tutti gli altri campi di concentramento. Qui confluì, fra il 1920 e il 1930, la prima ondata di prigionieri politici, tra cui molti ufficiali dell’Armata Bianca, nobili, sacerdoti e vescovi. Le condizioni disumane e la brutalità del trattamento hanno messo in evidenza sia la crudeltà insensata e la meschinità di cui è capace l’uomo, come viceversa l’incredibile capacità di sacrificio, abnegazione, solidarietà da parte di molti, anche sconosciuti.

Si continua, Giovedì 22 Ottobre con il documentario “Fino all’ultimo giorno. La rivoluzione di Padre Men” dedicato ad una delle ultime grandi autorità morali dell’URSS. Ucciso misteriosamente il 9 settembre 1990, Padre Men è stato l’ultimo martire russo del XX secolo. Fra i protagonisti della puntata anche la nota scrittrice Ljudmila Ulickaja.

Giovedì 5 Novembre andrà in onda il documentario “Le ragioni del bene, le ragioni del male” che racconta il calvario dei famigliari di alcuni martiri russi. L’espulsione dalla vita sociale, il disprezzo generale, la mancanza di mezzi, l’impossibilità di trovare lavoro, il rischio costante dell’arresto rendevano la vita di mogli e figli un calvario non meno duro della prigionia.
Il documentario è ambientato in gran parte nella città di Mosca presso il Poligono di Butovo – dove fra il 1937 e il 1938, in soli quindici mesi, sono state fucilate più di 20 mila persone – e nel campo di Kommunarka – luogo segreto in cui furono sepolte 6500 persone, uomini e donne uccisi a Mosca, a pochi passi dalla Lubianca, la sede del KGB – e anche nei boschi di Sandormoch, località della regione Carelia, luogo di fucilazione e sepoltura di 8.000 / 9.000 persone, uccise senza essere state sottoposte nemmeno ad un processo.
Il documentario raccoglie anche la testimonianza di Arsenij Roginskij, presidente dell’Associazione Memorial per la difesa dei diritti umani, con sede a Mosca, che è riuscita a documentare la scomparsa di un numero tra i 22 ed i 27 milioni di persone e che ha deciso di aiutare i familiari a scoprire le cause della morte dei loro cari.
Memorial si occupa tutt’oggi dell’assistenza, legale e finanziaria, delle vittime dei campi di concentramento attivati dal regime sovietico. Aiuta i cittadini che ne fanno richiesta a ritrovare documenti e luoghi di sepoltura degli ex prigionieri.
L’attività di Memorial è oggi duramente ostacolata dall’autorità politica.

Giovedì 3 dicembre infine va in onda una puntata interamente girata a San Pietroburgo relativa alle confraternite segrete presenti nella seconda città della Russia, per dimensione e popolazione, capitale dell’Impero russo e sede della Corte degli Zar.

Programmazione completa della seria:

08.10.2015 Ritorno alle Solovki, le isole del martirio (Russia)
15.10.2015 Croazia, le isole del sacrificio
22.10.2015 Fino all’ultimo giorno. La rivoluzione di Padre Men (Russia)
29.10.2015 Notturno sloveno
05.11.2015 Le ragioni del bene, le ragioni del male (Mosca, Russia)
12.11.2015 Bulgaria: il martirio del Beato Bossilkov
19.11.2015 Croazia, il vescovo e il regime (Stepinac)
26.11.2015 Lettonia, dove cantano i Suiti
03.12.2015 I martiri di San Pietroburgo (Russia)
10.12.2015 Bosnia Erzegovina e Croazia: Tra persecuzione e speranza
17.12.2015 Lituania, eroi di Vilnius

Continua…