Presentazione del film CARO LUCIO TI SCRIVO

Share This

Presentazione del film CARO LUCIO TI SCRIVO

Sabato 13 Gennaio 2018 – ore 21,15 [Cinema]

CARO LUCIO TI SCRIVO
di Riccardo Marchesini

Italia 2017 – 89’
con le voci di Ambra Angiolini, Alessandro Benvenuti, Piera Degli Esposti, Neri Marcorè, Ottavia Piccolo, Andrea Roncato, Grazia Verasani
Tratto dallo spettacolo di Cristiano Governa

Dopo il successo dello spettacolo teatrale, scritto da Cristiano Governa, che debuttò proprio all’Auditorium, in occasione dell’anniversario della scomparsa del celebre cantautore bolognese, arriva la versione cinematografica di “Caro Lucio ti scrivo”, girato in parte a Molinella. 
Il film racconta della straordinaria scoperta di Egle, immaginaria postina di Dalla che entra in possesso di una serie di lettere indirizzate a Lucio. I mittenti sono i protagonisti di alcune delle sue canzoni più belle che hanno deciso di prendere carta e penna per contattarlo.
Che ne è stato di Anna e Marco? Chi è Futura, come mai si chiama così? Il “caro amico” a cui Lucio scrive ne “L’anno che verrà” che fine ha fatto? Fiction e documentario diventano una cosa sola per scoprire Lucio Dalla da un punto di vista inedito: quello dei suoi “figli”.
Sullo sfondo, Bologna, com’era e com’è. E, ovviamente, le note immortali di Lucio.

Intervengono il Sindaco di Molinella, Dario Mantovani, Andrea Mascherini, Presidente di Coop Reno, il regista Riccardo Marchesini e l’autore Cristiano Governa.

“Questo film parla fondamentalmente di noi, di quella generazione che è cresciuta con le canzoni di Lucio. Affronta temi del quotidiano come la solitudine, la famiglia, gli amori corrisposti e non, i matrimoni, parla di come siamo cambiati noi e le città in cui viviamo e parla di come sono cambiati il mondo del lavoro, le nostre ambizioni e il nostro modo di rapportarci al passato e al futuro.
Insomma affronta tanti temi della vita partendo dalle riflessioni di Lucio che con poche parole riusciva a descrivere stati d’animo e sentimenti suoi e nostri, che sapeva essere universale nel suo modo di esprimersi, ma non banale.” Riccardo Marchesini

Evento in collaborazione con Coop Reno